Virtus Avellino 5-1 Lioni: virtussini ai sedicesimi

Virtus Avellino - Lioni 5-1
Virtus Avellino - Lioni 5-1
- 21910 letture

Avellino, mercoledì 13 settembre 2017 – La Virtus Avellino rialza subito la testa dopo il brutto ko di sabato scorso maturato in casa contro l’Agropoli alla prima di campionato e riparte con i tre punti in Coppa Italia Dilettanti, regolando con un rotondo 5-1 la Polisportiva Lioni. 

La squadra recepisce subito i dettami di mister Rino Criscitiello, che trasmette la grinta e la concentrazione necessarie per il secondo appuntamento stagionale di coppa, e scende in campo sicura dei propri mezzi. E dopo appena 5 giri di lancette è già in vantaggio. Un funambolico Palmariello si fa tutta la fascia destra seminando gli avversari e crossa una palla forte e tesa. Torsiello al centro dell’area lascia la sfera a Carpentiero che la mette in porta comodamente con un preciso piatto destro. Al 10' Spica, Barbuto e Torsiello confezionano un'altra azione sull'out di destra. Cross del numero 10 Barbuto, uomo ovunque della Virtus, e Torsiello impatta di testa alzando leggermente sulla traversa. La pressione della squadra di casa cresce esponenzialmente e al 15' la Virtus passa ancora con Palmariello, letteralmente scatenato. Ruba palla ai difensori altirpini, dribbla anche il portiere Sagliocca e la mette in porta. Neanche il tempo di raccogliere le idee e gli uomini di Criscitiello mettono in ghiaccio la partita. Questa volta è Torsiello a presentarsi solo davanti al portiere dopo un coast to coast di potenza e rapidità: 3 a 0. Il centrocampo della Virtus è una vera e propria diga con capitan Tirri a governare tutto il reparto, respingere i flutti e rilanciare l’azione. Il possesso palla è tutto a favore dei lupacchiotti biancoverdi che scollinano il 30' senza aver subito neanche un tiro in porta. Al 34' ancora Carpentiero raccoglie un cross basso che attraversa tutta l'area ma la tocca male e la spedisce a lato solo davanti la porta. Il primo tiro in porta del Lioni arriva al 36' con Garofalo. Nessun problema per D'Angelo. Palmariello non si risparmia (uscirà ad inizio primo tempo per crampi) e allo scadere si crea lo spazio giusto per calciare. La palla scheggia la traversa e finisce fuori. 

Per la seconda frazione di gioco mister Criscitiello decide di gestire le forze dei suoi uomini e allora oltre a Palmariello lasciano il campo Spica, D'Angelo e Torsiello, rispettivamente per Della Sala, Rusolo, Imbimbo e Raffaele Crescitelli. E così prende un po’ di campo il Lioni che al 52’ si affaccia nell’area virtussina con un tiro del neo entrato Cipriano. Ma è ancora la Virtus a passare. Al 10' il nuovo entrato Crescitelli scalda i guantoni di Sagliocca che due minuti dopo non può che arrendersi al tiro dalla distanza di Lippiello che porta a 4 le reti della Virtus. Il valzer delle sostituzioni finisce al 58’ quando esce Tirri per far posto a Gaita. Poco dopo il 60’ il Lioni segna il gol della bandiera. Capobianco fa impazzire Eugenio Giliberti sulla sua fascia destra, la mette a centro area, e da sinistra l'accorrente Di Gianni batte Imbimbo. Ma è un fuoco di paglia. La partita non si accende e al nuovo affondo biancoverde la Virtus arrotonda il proprio bottino. Un positivissimo Shullazi, alla mezz’ora, scatta sulla destra, supera di forza il diretto marcatore e mette dentro una rasoiata velenosa. Mocella prova ad anticipare Rusolo, ma è sfortunato e beffa anche Sagliocca per il 5-1. Al 86’ Di Gianni impegna ancora Imbimbo, ma è l'ultimo squillo della partita. Virtus Avellino batte Polisportiva Lioni 5-1.

Ufficio Stampa Virtus Avellino.

La Redazione