Solofra-Virtus Avellino 0-4: la cronaca

La formazione virtussina
La formazione virtussina
- 47432 letture

"La Virtus Avellino specialista dei derby irpini. Dopo il pareggio in casa del Cervinara e la vittoria con l’Eclanese, strapazza anche il Solofra e si porta ad un solo punto dalla zona play off.

La matricola dei patron Salvati, Petrozziello e Genovese finisce imbattuta nel girone d’andata contro le altre compagini irpine e con le quattro reti in casa dei conciari rilancia le proprie ambizioni in chiave Play Off. Nonostante le numerose assenze che dall’inizio della stagione costringono mister Criscitiello a fare l’equilibrista la Virtus anche a Solofra scende in campo con la grinta e la voglia di spaccare il mondo, tipiche del proprio trainer. E così dopo i primi dieci minuti di arrembaggio, il metronomo Tirri, schierato in cabina di regia al posto di Rega manda in gol D’Acierno. Il suo lancio taglia in due la retroguardia alquanto tenera del Solofra. Il tocco del bomber è morbido e la palla si infila alle spalle di De Luca per il vantaggio degli ospiti. Sotto una pioggia battente, i lupi tirano fuori gli artigli e presidiano bene ogni parte del campo alternando movenze da squadra operaia con costruzioni di gioco di prima qualità. Al 14’ viene ammonito Rapolo per proteste. Al 17’ un grande gesto atletico di Avallone accende la luce anche per i solofrani, ma Lippiello è sulla linea di porta e la mette fuori. Al 25’ tiro dalla distanza di Santucci ma la palla vola fuori di molto. La catena di sinistra della Virtus non soddisfa mister Criscitiello che decide di cambiare subito le carte in tavola invertendo Ripoli con De Riso. E al 32’ la Virtus potrebbe raddoppiare. Ripoli ruba palla nella sua metà campo. Si invola verso l’area di rigore avversaria scortato da Alleruzzo e D’Acierno. La voglia di fare gol è troppo forte, e il suo tira prima e poi quello del bomber D’Acierno, poi, viene respinto dalla difesa ormai schierata. Al 38’ ancora Ripoli colpisce di testa in area, ma la palla si impenna e Alleruzzo la manda alta. Sul capovolgimento di fronte Santucci prova dal limite. Ancora alta. Allo scadere ancora la Virtus che va vicina al gol, ma Alleruzzo difetta di cattiveria agonistica e la palla finisce a lato. La storia del secondo tempo del derby irpino è scritto con la carta carbone. La Virtus è più arrembante e si rende subito pericolosa con Cucciniello che da 30 metri prova ad uccellare De Luca, ma la traiettoria della palla conclude la sua corsa sulla parte alta della rete. Al 52’ ammonito Trifone per fallo su Santucci. Punizione dal limite del numero 10 gialloblù, ma il tiro è telefonato e non impensierisce Giliberti. Al 63’ esce Olimpo ed entra Bruno. Al 65’ è ancora Cucciniello che suona la carica. Una sua grande progressione sulla destra si traduce in un cross troppo lungo che non trova nessuno in area. La Virtus copre bene tutti gli spazi di campo e si inserisce costantemente nelle maglie allargate del centrocampo e della difesa conciaria che si sfilacciano sempre più con il passare dei minuti. Al 67’ Alleruzzo si divora la più nitida occasione da gol sparando addosso al portiere dopo essere scappato sul filo del fuorigioco. Al 70’ esce Battista ed entra Meo per i conciari. Risponde la Virtus cambiando De Riso per Caggiano che al primo pallone rischia di fare gol, ma impatta male di testa e la palla finisce alta. Escono Avallone e Izzo entra Spina e Di Zenzo, ma la sinfonia conciaria non migliora. Anzi. I lupi della Virtus capiscono il momento di difficoltà del Solofra e al 78’ azzannano la preda. Bomber D’Acierno si fa trovare libero sulla parte sinistra dell’area di rigore. Aggancia un pallone d’oro servito da Alleruzzo e in due battute batte De Luca e chiude il match prima di lasciare il campo a Shullazi al 80’. La Virtus diventa straripante. Al 84’ gran palla di Cucciniello per il giovane Caggiano che si vede negare la gioia del primo gol in Eccellenza da un super intervento del portiere conciario. Un giro di lancette più tardi, Cucciniello addomestica una palla vagante al centro del campo, si coordina e lascia partire un destra potente e preciso che coglie il palo interno a portiere immobile. Il rimpallo finisce sui piedi di Alleruzzo che non può sbagliare e fa il 3-0. Applausi meritati per Cucciniello che lascia il campo per Cuomo e i riflettori per Ripoli che si invola al 87’ sulla fascia destra, entra in area, supera De Luca con un lob delicatissimo che si deposita in fondo al sacco. La Virtus batte il Solofra 4-0 e si rilancia con 20 punti a ridosso della zona Play Off".

Geremia Parente