Virtus Avellino, il punto dopo gli innesti e l'addio a Torsiello

La Virtus Avellino riassetta la squadra e, dopo i roboanti acquisti di Todino, Cioffi e D’Andrea (che tra l’altro è andato in gol al suo esordio in maglia biancoverde contro la Palmese), saluta giocatori del calibro di Mario Tirri, Renato Cuomo e Ciro Barbuto che non saranno più alfieri alla corte di mister Rino Criscitiello.

Il centrocampista biancoverde Tirri si svincola dalla Virtus in attesa di scoprire cosa gli riserverà il futuro. Il classe ’89 lascia la società guidata dal trio Salvati – Petrozziello – Genovese dopo due stagioni e mezza giocate ad alto livello in mezzo al campo e indossando più volte la fascia di capitano.

Il difensore Renato Cuomo, invece, si aggregherà in prestito per i prossimi mesi al Carotenuto in Promozione. Per lui si tratta di un ritorno a Mugnano del Cardinale condito già da un gol al debutto contro il San Martino. Altro difensore a lasciare i colori biancoverdi dopo una sola mezza stagione anche Ciro Barbuto, classe ’94, che andrà a giocare nel San Vitaliano.

Scenderanno di categoria e si giocheranno le proprie chance nel Campionato di Promozione anche il centrocampista Mattia Spica, classe ’97 che si accasa con la formula del prestito all’Abellinum dove troverà ad aspettarlo anche il baby Mattia Gambino in prestito già da settembre, la punta Nicolas Pacilio, classe ’99, che per la seconda parte della stagione vestirà la maglia della Vis Ariano prima di fare ritorno alla Virtus, e l’esterno Eugenio Crescitelli che scenderà in campo per la capolista Grotta 1984. A lasciare la Virtus sarà anche Antonio D’Angelo. Il baby portierone, classe 2000, difenderà i pali della Ercolanese.

Oltre allo svincolato di lusso Mario Tirri, lasciano la Virtus Avellino in attesa di trovare altra collocazione anche i baby Gabriele Pommella, Angelo Chioccola e Raffaele Crescitelli nonché il terzo portiere Antonio Imbimbo e Alessandro Rescigno, ad un passo dal Serino.

Ufficio Stampa Virtus Avellino.

Valentino Nigro