Virtus Ottaviano, Iervolino: "Siamo carichi. Grotta? Grande squadra"

Foto Virtus Ottaviano
Foto Virtus Ottaviano

OTTAVIANO (NA). Fine settimana importantissimo per la Virtus Ottaviano, dopo un lungo percorso irto di ostacoli la società vesuviana è giunta finalmente a giocarsi lo spareggio promozione per l'accesso al prossimo campionato d'Eccellenza Campania, un traguardo storico che come ultimo step vedrà i virtussini affrontare gli irpini del Grotta

Ai nostri microfoni il tecnico dei virtussini, Michele Iervolino, ci introduce alla gara ed analizza l'avversario: "I ragazzi hanno effettuato un primo allenamento ieri pomeriggio, proseguiremo giovedì e venerdì come di consueto - afferma l'allenatore - ho visto tutti molto carichi, abbiamo raggiunto questo spareggio, quasi insperato, affrontando tante difficoltà quest'anno e chiudendo la stagione con un ottimo secondo posto. Grotta? Affronteremo la partita con la consapevolezza di poter dire la nostra, vogliamo concludere con la ciliegina quest'annata, dunque scenderemo in campo per conquistare l'Eccellenza".

Sui prossimi avversari, il Grotta di mister Di Pasquale: "Massimo rispetto per i nostri rivali, basta leggere una loro distinta per capire di che tipo di squadra stiamo parlando, una rosa da paura guidata da un grande tecnico che stimo molto ed una società importante alle spalle. Noi ovviamente ce la giocheremo fino all'ultimo minuto ma non dobbiamo peccare di presunzione, uno spareggio promozione si prepara da sé dal punto di vista delle motivazioni ed affrontare una squadra forte come il Grotta ci rende orgogliosi".

Spareggio Promozione che parte da lontano, un lavoro pluriennale che quest'anno sta portando frutti importanti: "Del gruppo che nel prossimo fine settimana si giocherà l'Eccellenza, su 20 ragazzi ben 16 sono con noi fin dalla Prima Categoria, calciatori che hanno fatto uno spareggio contro il San Pietro, poi perso, salvo ritrovarsi poi in Promozione attraverso il ripescaggio. Negli ultimi due anni abbiamo lavorato tanto con i vari Varriale, i fratelli D'Urso, Bellofiore, Cardenio, Longobardi, Carpino, Saggese, La Pietra e tanti ragazzi che hanno una gran fame di successi, molti di questi calciatori hanno qualità da categoria superiore ma hanno sempre creduto e credono nel progetto sportivo dell'Ottaviano". 

Grandi nomi per il Grotta ma l'Ottaviano non è da meno, gli uomini di Iervolino hanno dimostrato durante l'arco del campionato di voler sempre scendere in campo imponendo il proprio gioco: "In rosa ci sono ragazzi come Varriale, che ha fatto la Serie A, La Pietra che negli ultimi anni ha raggiunto cifre importanti in termini di gol e Saggese che vanta grande esperienza nel calcio dilettantistico. Avere un terminale offensivo formidabile come Vincenzo (La Pietra ndr) per noi è importante ma voglio sottolineare che la squadra arriva al gol attraverso il gioco, azioni manovrate partendo dalla difesa e talvolta dal portiere, che in alcune gare è arrivato a toccare il pallone 70-80 volte. Il nostro centravanti dunque capitalizza la grande mole di gioco costruita, un calciatore che negli spazi stretti è tra i più forti della categoria, ma possiamo colpire in tanti modi grazie alla qualità di ragazzi come D'Urso, Pagano e Varriale".

La sfida che vale una stagione la Virtus Ottaviano la giocherà tra le mura amiche del Comunale, fondamentale l'apporto dei tifosi: "E' un momento magico per noi, ad Ottaviano il grande calcio manca da tempo quando in D c'era l'AC Ottaviano, ora noi stiamo provando a riportare entusiasmo e posso confermare che i nostri tifosi sono da categoria superiore, rispettosi dell'avversario e sempre vicini alla propria squadra in ogni momento".

Luigi Langellotti