Virtus Avellino-Sorrento 0-1, rossoneri allo spareggio promozione

Foto Sorrento, vs Virtus Avellino
Foto Sorrento, vs Virtus Avellino

Il sogno della Virtus Avellino termina al 93’ e per una bandierina inspiegabilmente alzata ad annullare il gol di Limatola in un finale di partita incredibile. 

Una partita giocata con grande convinzione dei propri mezzi e una gestione da big si è conclusa con il più classico dei risultati da trasferta. Il Sorrento espugna il Comunale di San Michele di Serino con un tiro nello specchio della porta nel secondo tempo e una palla che spizza la traversa sempre nella ripresa. In mezzo solo Virtus Avellino che deve mordersi le mani per aver sprecato con Alleruzzo due volte e Ripoli nel primo tempo e con Modano allo scadere. Poi la gara è stata condotta in porto dalla terna arbitrale che ha deciso di annullare il gol che avrebbe portato i biancoverdi al loro primo e meritatissimo PlayOff di Eccellenza. 

La cronaca della gara inizia al 3’ quando Ripoli svetta indisturbato in area e impatta di testa. La palla si impenna e finisce alta sulla traversa. La Virtus è in palla e gioca molto corta, riuscendo a ripartire con agilità non appena riconquista la palla. Ancora Ripoli al 14’ entra in area dopo una bella progressione. Il contatto che manda giù la freccia biancoverde non è così evidente e l’arbitro opta per la rimessa dal fondo. La caparbietà dei padroni di casa produce azioni su azioni e al 19’ arriva il secondo corner sul quale si avventa Alleruzzo. Il controllo e difficoltoso e anche il tiro finisce alto. D’Andrea vince ogni duello aereo dimostrando di essere in condizione PlayOff più degli altri. L’ennesima torre serve in profondità Alleruzzo che però non riesce a far male al Sorrento. Al 27’ D’Andrea decide di mettersi in proprio e prova ad uccellare Leone da oltre 30 metri. Il tiro è velleitario e non impensierisce l’estremo difensore sorrentino. Al 28’ Ripoli, spostatosi sulla destra, mette a centro un cross teso e velenoso ma nessuno ne approfitta. Al 32’ azione prepotente di Lippiello sul lato opposto. Si fa tutta la fascia e prima di entrare in area gioca con D’Andrea che prova a servirlo nello spazio. Il traffico davanti Leone però è da bollino rosso e non permette al baby virtussino di concludere a rete. Una ripartenza di Rega al 35’ porta al primo giallo il Sorrento. Tra i cattivi ci finisce Pepe. Azione esagerata della Virtus al 39’. Ancora Lippiello. Stavolta il gioiellino biancoverde taglia in due il campo e scambia con Ripoli che lancia sull’out di destra l’accorrente De Riso. Il suo cross è da manuale ma la palla non trova nessuno al posto giusto e l’azione sfuma. Solo un giro di lancette e la Virtus va davvero vicina ad un meritato vantaggio. Alleruzzo viene pescato in area da D’Andrea. Il suo tocco, però, è di quelli delicati e batte Leone, ma sulla linea Guarro ci mette una pezza grande quanto la porta e salva il risultato.  

Gli ultimi 45minuti della Regular Season del Sorrento iniziano con 2 cambi. Escono Di Gregorio ed Evacuo per Falanga e Cretella. La Virtus ritorna sul rettangolo di gioco con l’undici di partenza. Il primo tiro del Sorrento viene registrato dai radar del Comunale di San Michele di Serino al 5’ quando Gargiulo si sveglia dal torpore e spara alle stelle. Un minuto più tardi ci prova Rizzo, ma la sorte è la stessa. Al 18’ la Virtus prova a vincere la partita. Mister Criscitiello siede in panca un positivo Ripoli per Cucciniello, ma è solo il preludio a quello che di incredibile succede al 20’. La pressione del Sorrento produce una serie di batti e ribatti in area. La palla finisce sui piedi del neoentrato Falanga che in mischia assesta la zampata che porta in vantaggio il Sorrento. Neanche il tempo di esultare e gli ospiti provano subito ad imbrigliare la partita cambiando il bomber Gargiulo, oggi abulico, con Cifoni. Risponde la Virtus con D’Acierno al posto di Trifone per il tutto per tutto. Al 29’ esce anche Alleruzzo acciaccato per Limatola e un minuto dopo proprio Cifani toglie la polvere dalla parte alta della traversa con il secondo tiro di giornata nella porta da parte del Sorrento prima di infortunarsi ed uscire per fare posto a Fiorentino. Al 32’ la Virtus prova ad aumentare la densità in area di rigore avversaria con il baby Modano che prende il posto dell’altro under De Riso. È proprio lui al 42’ a far urlare al gol tutto lo stadio con un tiro al volo di rara potenza che trova un grande Leone sulla sua strada. Il portiere costiero smanaccia e salva il risultato. Il finale è incredibile. Prima la Virtus pareggerebbe anche con Limatola, ma il suo tiro sotto la traversa viene stoppato dalla bandierina alta dell’assistente di gara che decreta un impietoso fuorigioco. Poi al 50’, Lippiello, uno dei più positivi del branco biancoverde, viene espulso per un fallo in ritardo su Fiorentino. La partita finisce con la tinta del cartellino. 

La Virtus chiude così una stagione strepitosa. Giocata ad altissimi livelli e rovinata da qualche svista di troppo e, forse, da qualche peccato di gioventù.

Ufficio stampa Virtus Avellino.

VIRTUS AVELLINO-SORRENTO   0-1

VIRTUS AVELLINO: Mazzone, Cioffi, Lattarulo, Gagliardo, Alleruzzo (74' Limatola), Lippiello, De Riso (76' Modano), Trifone (68' D’Acierno), D’Andrea, Rega, Ripoli. A disposizione: Giliberti, Gaita, Branchi, Cucciniello. Allenatore: Criscitiello.

SORRENTO: Leone, Di Gregorio (46' Cretella), Rizzo, Di Ruocco, Calabrese, Guarro, Masi (65' Bozzaotre), Pepe, Gargiulo (68' Cifani, 78' Fiorentino), Sogliuzzo, Evacuo (46' Falanga). A disposizione: Salineri, Matino. Allenatore: Guarracino.

ARBITRO: Angelo Moretti di Città di Castello. 

MARCATORE: 65' Falanga (S).

La Redazione

Leggi altre notizie:VIRTUS AVELLINO SORRENTO 1945