Grotta: Leonardo Surro si è dimesso. Le motivazioni

Leonardo Surro
Leonardo Surro

Un colpo ad effetto ma non funzionale alle caratteristiche del reparto avanzato stando al parere del direttore sportivo del Grotta.

Per un Antonio Volzone che viene, o meglio resta, c'è un Leonardo Surro che va.

Il diesse giallorosso ha poggiato le proprie dimissioni irrevocabili sul tavolo grottese all'indomani dell'accordo raggiunto tra l'avanti della proprietà e l'attaccante di Battipaglia.

"Nulla contro il ragazzo - ha spiegato Surro alla nostra redazione - ma personalmente ritenevo necessario l'acquisto di un'altra punta centrale da affiancare ad Angelo Cioffi. Non potevo restare al timone di una formazione, forte, ma che rischia di fare la fine dell'anno scorso inventandosi un centrocampista, il Liviu Antohi di turno, nelle vesti di ultimo terminale offensivo. Ho criticato aspramente chi non è riuscito a sostituire Scippa a dicembre, e non potevo proprio commettere lo stesso sbaglio. Auguro ovviamente alla piazza di Grottaminarda di tornare in Eccellenza quest'anno; la squadra è sicuramente all'altezza".

Valentino Nigro