Virtus Avellino, ecco la rosa a disposizione di Cagnale

Silvio D'Andrea
Silvio D'Andrea

Un gol annullato che grida ancora vendetta. La matricola Virtus Avellino, complice il faraonico mercato dicembrino, finì l'anno scorso ad un tiro di schioppo dai play off, negati solo da una maldestra decisione del direttore di gara.

Questo potrebbe essere il campionato della rivincita.

La Virtus della triade Salvati-Petrozziello-Genovese ha confermato innanzitutto il blocco artefice della remuntada, perdendone però il traghettatore Criscitiello, rimpiazzato dopo la prima gara ufficiale da Alessandro Cagnale; poi ha puntellato la difesa con l'innesto di Antonio Maresca dalla Palmese e infoltito il già fortissimo centrocampo (dove spiccano i nomi di Viscido e Alleruzzo) con Salvato e Buondonno.

In un attacco che vanta il peso di Silvio D'Andrea è infine arrivato anche Campione, in sostituzione al partente D'Acierno.

La Rosa della Virtus Avellino.

Valentino Nigro