Assistente donna offesa dal telecronista. Sibilia: "Parole vergognose" - I AM CALCIO AVELLINO

Assistente donna offesa dal telecronista. Sibilia: "Parole vergognose"

Il pres. LND, Sen. Cosimo Sibilia
Il pres. LND, Sen. Cosimo Sibilia
BeneventoRubriche

In merito alle squallide parole pronunciate da un giornalista durante la telecronaca del match di Eccellenza tra Agropoli e Sant'Agnello volte ad offendere l'assistente dell'arbitro, signorina Annalisa Moccia, è arrivata la pronta condanna da parte del presidente della LND, Sen. Cosimo Sibilia. Questo il messaggio del numero della Lega Dilettanti:

“Le parole pronunciate nei confronti di Annalisa Moccia da parte di un giornalista sono assolutamente vergognose. Mi auguro che l’ordine professionale prenda provvedimenti seri ed immediati nei suoi confronti. Sono proprio commenti come i suoi a fomentare la violenza fisica e verbale. Poi non dobbiamo stupirci se sui campi ne succedono di tutti i colori.

Desidero esprimere tutta la mia solidarietà ad Annalisa. Le donne arbitro e le assistenti sono una realtà importante nei nostri campionati e sono atlete che si preparano duramente. Sostenere ed incentivare la presenza delle donne in tutti gli ambiti del calcio è una battaglia di civiltà che la Lega Nazionale Dilettanti conduce con ferma convinzione”.

Anche da parte del commissario straordinario del C.R. Campania, Avv. Luigi Barbiero, a nome suo e di tutte le componenti del comitato regionale, è arrivato un messaggio di vicinanza alla signorina Moccia e di censura per le parole pronunciate contro di lei:

"Un atteggiamento ingiustificabile. Un linguaggio sessista e offensivo che contraddice i valori di cui il calcio si fa promotore. Le donne in questo settore danno un contributo enorme, pari a quello degli uomini, e riconosciuto ormai dal grande pubblico, come hanno dimostrato i 40mila tifosi dell l'Allianz Stadium di Torino. Esprimiamo la nostra più sentita solidarietà ad Annalisa Moccia, nella certezza che continuera' la sua attivita' con passione e a testa alta".

Maurizio Morante