Borussia Aragones: "Nessuna smobilitazione, futuro sereno" - I AM CALCIO AVELLINO

Borussia Aragones: "Nessuna smobilitazione, futuro sereno"

Borussia Aragones
Borussia Aragones
AvellinoPrima Categoria Girone C

«Nessuna smobilitazione, quanto piuttosto una naturale finestra di calciomercato per cui ad ogni atleta fuoriuscito dalla rosa corrisponderà l'arrivo di un calciatore altrettanto valido». La dirigenza dell'Asd Borussia Aragones, in questo modo, intende fare definitivamente chiarezza dopo gli addii di alcuni calciatori che hanno lasciato, la società giallonera, nel corso delle ultime settimane.«Abbiamo letto di "squadra che perdi pezzi", di "diaspora". Niente di più falso. Siamo stati in silenzio fino ad ora, ma è giunto il momento di far chiarezza.

In estate - spiega la società - ci siamo mossi sul mercato per identificare dei calciatori che ritenevamo utili alla nostra causa. Poi, come spesso accade nel calcio, capita che non si crei la giusta alchimia tra le parti e, di conseguenza, le cose non vadano esattamente come si sperava. Ed è qui che nasce la decisione, da parte della dirigenza, di interrompere prematuramente i rapporti con i vari D'Onofrio, Palmieri, Petronzi e Chiariotti. Lo stesso discorso vale anche per Vernacchio, il quale ha deciso di cambiare squadra nel corso del mercato di dicembre in maniera serena e condivisa».

Nonostante gli addii dei calciatori appena menzionati, il Borussia, continua però a guardare in maniera estremamente serena e positiva al prosieguo di una stagione che sta già regalando, ai ragazzi in maglia giallonera, importanti soddisfazioni e buoni risultati: la società, infatti, si è già attivata per trovare i giusti elementi per rinforzare, nel miglior modo possibile, la rosa a disposizione di mister Mario D'Alessandro. «Il progetto - conclude la dirigenza giallonera - continua a guardare al futuro e non potrà mai essere ridimensionato per qualche avvicendamento della rosa».

Ufficio Stampa Asd Borussia Aragones

La Redazione

Prima Categoria Girone C

ClassificaRisultatiStatistiche