Il Borussia Aragones non ci sta e preannuncia il ricorso

Di seguito riportiamo il comunicato del Borussia Aragones post sentenza (leggi qui).

La società Asd Borussia Aragones, in seguito al provvedimento redatto dal Giudice Sportivo e relativo al match disputato lo scorso 19 marzo fra Vega Club Prata P.U. e Borussia Aragones (disputatasi presso lo Stadio “Comunale” di Prata Principato Ultra), annuncia che presenterà ricorso alla Corte Sportiva di Appello Territoriale.

Nello specifico, nonostante la nostra squadra abbia subito nel corso della sfida una vera e propria aggressione, la Giustizia Sportiva (facendo fede al referto redatto dall’arbitro) ha deciso di infliggere alla società dell’Asd Borussia Aragones la perdita della gara (con il punteggio 3-0 a favore dei padroni di casa), 1 punto di penalizzazione da scontare nel campionato in corso ed un’ammenda di 150,00 Euro per abbandono, da parte dei nostri calciatori, del terreno di gioco.

Insomma, per i nostri atleti, per la nostra dirigenza e per l’intero staff dell’Asd Borussia Aragones, oltre al danno la beffa: infatti, nonostante la Giustizia Ordinaria stia procedendo in senso diametralmente opposto rispetto a quello Sportiva, quest’ultima ha invece deciso di condannare la nostra società. Il tutto, fra l’altro, a causa di un referto arbitrale quanto mai discutibile, in cui veniamo accusati di aver abbandonato il terreno da gioco.

Il Direttore Di Gara, ha inoltre affermato, che “dopo l’arrivo dei Carabinieri e dopo che le condizioni ambientali erano ritornate tranquille, tentava vanamente di riprendere la gara”; ma l’arbitro pare aver dimenticato che, dopo che le Forze dell’Ordine sono giunte sul posto ed hanno ultimato i lavori di rilevamento per le indagini, le stesse abbiano invitato sia quest’ultimo, sia il mister del Borussia Aragones Mario D’Alessandro, a raggiungerli in caserma per le deposizioni.

A questo punto è lecito chiedersi come sarebbe stato possibile, da parte del Direttore di Gara, decidere di riprendere il match dal momento in cui quest’ultimo era presente in caserma e non sul campo da gioco?

Inoltre, chi è tenuto a rispondere per non aver rispettato il divieto di presenza del pubblico per la partita in questione?

Tutte domande, che la società dell’Asd Borussia Aragones, spera trovino al più presto una precisa e concreta risposta.

La Redazione