Greci, il racconto della maratona: "Arbitro protagonista in negativo" - I AM CALCIO AVELLINO

Greci, il racconto della maratona: "Arbitro protagonista in negativo"

Il Greci
Il Greci
AvellinoTerza Categoria Girone A

Il resoconto della semifinale play off tra Greci e Sporting Vallesaccarda a cura del blog grecese di proprietà del sodalizio locale, che raggiunge con l'emozionante tre pari la finale per l'accesso in Seconda.

Grande caldo e bella cornice di pubblico nei due settori riservati alle tifoserie per la maratona, pardon semifinale di calcio, durata 150 minuti di calvario. Una semifinale play off da ricordare, con arbitro protagonista assoluto con errori madornali e quasi sempre unidirezionali. 

Passa quasi in secondo piano la sfida giocata, che non è bella tra le due migliori difese del campionato e col Vallesaccarda che si lascia preferire leggermente nella prima frazione rispetto al Greci innervosito dalla direzione di gara e un po' contratto. Il vantaggio ospite arriva nel primo quarto d''ora da corner con Michele La Ferrara lesto ad insaccare dopo l'intervento del portiere locale che lamenta una carica. Ancora occasioni per gli ospiti di rimessa nella primissima fase, ma Molinario e Vincenzo Panzetta, impeccabili, tengono in vita il Greci che reagisce nel quarto d'ora finale e trova una chiara occasione da rete con Loris Cutillo, sbilanciato da ultimo uomo da un difensore vallesaccardese in piena area. Qui la prima espulsione per l'assistente grecese in seguito alle proteste. Ritornata la calma, è la traversa a respingere il colpo di testa di Andrea Panzetta su cross di Cocca.

Nel secondo tempo, il Greci capisce che non può mandare all'aria gli sforzi di una stagione e in campo mette in atto un forcing che porta in pochi minuti al ribaltone: prima Loris Cutillo stacca con grande tempismo e forza su un cross millimetrico dalla fascia di V. Panzetta per il pari, poi tocca al Panzetta jr (Andrea) con un tocco sotto da applausi a siglare il vantaggio grecese. I biancocelesti di mister Alborelli, sospinti dal pubblico che ha gremito gli spalti a gara in corso, imbastiscono il colpo del 3-1 con Cutillo, ma la sfera termina a lato. Qui ha inizio lo show del direttore di gara che prima ammonisce Cardinale per proteste e poco dopo lo riammonisce per un fallo veniale. Greci in dieci e nervosismo alle stelle per la somma di tante decisioni avverse e discutibilissime della giacchetta. Saltano i nervi e viene espulso anche il presidente Norcia. Poco dopo arriva il 2-2 col bel colpo di testa di Gerardo Lo Russo. Mister Alborelli mette forze fresche e viene premiato: il Greci in inferiorità ritorna in vantaggio all'85° col subentrato Ardito che batte l'estremo avversario con uno stacco rabbioso e preciso. Non contento l'arbitro all'88 concede la massima punizione agli ospiti in quello che il gergo cestistico definirebbe fallosi sfondamento, in attacco. Rigore realizzato con freddezza ancora da Michele La Ferrara.

Si va ai supplementari dove il Greci si difende con ordine e il pubblico si fa sentire. Al termine del primo supplementare l'arbitro richiede la forza pubblica in campo per sentirsi più tutelato in una gara stravolta dalle sue scelte; si riparte con ritardo e il Greci continua con le unghie, coi denti e coi cambi freschi a ribattere colpo su colpo ottenendo finanche l'occasione del 4-3 con rigore ed espulsione al 118 minuto, a gara ormai finita. Ma è una gara non adatta ai deboli di cuore e Albanese lo sbaglia regalando altri tre minuti di sofferenza. Il triplice fischio è una liberazione per il Greci, premiato dal regolamento al cospetto di un bel Sporting Vallesaccarda.

Da Asd Greci.

La Redazione

Terza Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche